Logo geo.env
Chi siamo - Contatti - Prodotti e Marchi - Condizioni di vendita - Referenze - Home
- Ambiente
- Cartografia e Topografia
- Edilizia
- Escursionismo
- Geologia
- Geotecnica
- Libri
- Misurazioni forestali
- Sicurezza
- Software
- Geologia e Turismo
- Yellow Web Pages
- Web Resources
- Convegni e Corsi
- Lezioni di Geologia
- Pubblicità su Geo.Env
 
bottone
Edilizia-> Penetrometro per malte
barra verde
DRC Controlli non distruttivi
penetrometro per malta
Grazie all'esperienza trentennale maturata da DRC nella produzione di strumenti per CND e alla collaborazione con importanti Laboratori Prove, nasce il penetrometro meccanico per le malte RSM. Testato, messo a punto e realizzato a seguito del sisma verificatosi in Emilia nel 2012, questo strumento consente di misurare la risposta della malta alla penetrazione di un ago e correlarla alle prestazioni meccaniche del materiale.
Il penetrometro per malta serie RSM fornisce indicazioni sulla qualità ed omogeneità della malta sia lungo il proprio spessore, sia rapportata a differenti punti della struttura sottoposta ad indagine.
penetrometro per malta


Nelle operazioni di diagnosi degli edifici esistenti è indispensabile effettuare indagini sulle proprietà meccaniche dei materiali che hanno come obiettivo di individuare carenze ed anomalie presenti. Tale operazione risulta particolarmente complessa quando ci troviamo difronte strutture in muratura dove, se da un lato è possibile utilizzare martinetti piatti per studiare il comportamento di porzioni di muratura ed eseguire prelievi di elementi resistenti, dall'altro ci troviamo in difficoltà nelle operazioni di analisi delle malte. Ed è proprio la malta che spesso presenta i segni più evidenti del degrado.

Il nuovo penetrometro RSM permette di ottenere informazioni sullo stato di conservazione ed omogeneità della malta in sito. Lo strumento si basa sulla misura della profondità di infissione di un ago nel giunto malta sottoposto ad una serie di battute generate da una massa nota.

penetrometro per malta


Offerta
1996-2016© www.geoenv.it