Logo geo.env
Chi siamo - Contatti - Prodotti e Marchi - Condizioni di vendita - Referenze - Home
- Ambiente
- Cartografia e Topografia
- Edilizia
- Escursionismo
- Geologia
- Geotecnica
- Libri
- Misurazioni forestali
- Sicurezza
- Software
- Geologia e Turismo
- Yellow Web Pages
- Web Resources
- Convegni e Corsi
- Lezioni di Geologia
- Pubblicità su Geo.Env
 
bottone

Parco Abruzzo
Parco Majella
Corno alle Scale
Alpe Veglia
Abbadia di Fiastra
Vedrette di Ries
Gessi Bolognesi

Monument Geologia e Turismo -> Parchi Italiani -> Parco Nazionale della Majella
barra verde
Parco Nazionale della Majella








Il Parco Nazionale della Majella, istituito per legge nel dicembre del 1991, si estende per 74.095 ettari nel cuore dell'Abruzzo, tra le Province di L'Aquila, Pescara e Chieti. E' caratterizzato da rilievi carbonatici che sfiorano e, in alcuni casi superano, i 2000 metri, separati da valli e pianori carsici. Proprio a causa del fenomeno carsico, il territorio montano del Parco si presenta arido in alta quota ma è ricco di acque sotterranee che sgorgano nelle varie sorgenti di valle e di grotte. Tra le altre segnaliamo la "Grotta del Cavallone", nel Vallone di Taranta, un complesso carsico lungo 1,3 Km e attrezzato per le visite; la "Grotta Nera", con la caratteristica concrezione morbida al tatto generata da batteri e chiamata "latte di Monte" e la "Grotta Scura".

Tra le vette principali segnaliamo la Majella, il Monte Morrone, il Porrara, il Pizzalto e il Rotella.

Nel Parco vivono il lupo appenninico, l'orso bruno marsicano, il cervo e il camoscio d'Abruzzo.

Circa il 39% dell'intera superficie è ricoperta da boschi con prevalenza della foresta temperata di caducifoglie: roverella e carpino nero o cerro nelle quote più basse (sino ai 1000 metri) e faggi nella fascia montana compresa tra gli 800-900 metri e i 1800 metri.
1996-2018© https://www.geoenv.it - P.IVA 02212841205 - Camera di Commercio di Bologna